All'Inter c'è una confusione cinese

martedì 19 luglio 2016 | 0 commenti

Estate bollente per i colori neroazzurri.


La proprietà è passata ancora di mano, da Thohir ai Cinesi, con Moratti che sembra ormai fuori dai giochi anche se la sua ombra sembra essere sempre presente.

inter

In questo gioco a tre, la confusione regna sovrana. 


Cominciamo dall'allenatore. Mancini resta, anzi se ne va. Lo vogliono cacciare i Cinesi o la lunga mano di Moratti e Zanetti a nutrire dei dubbi sul tecnico? Cosa impedisce il cambiamento? Il ricco contratto dello Jesino o la protezione di qualche altro dirigente?

spavento



Icardi. La bella e prolifica moglie dell'attaccante (in attesa del 5° figlio ) Wanda Nara che è anche il procuratore del calciatore sbandiera, via social, le richieste di acquisto che le sono pervenute. Napoli e Juve in testa. Piccolo particolare, Icardi è sotto contratto con scadenza 2019, quindi eventuali richieste di acquisto dovrebbero pervenire alla società e non al calciatore.
L' assurdità più enorme è quella per cui, secondo Wanda Nara, Icardi richiederebbe un adeguamento economico del contratto senza prolungamento dello stesso. Siamo alla follia!

zanetti


Calciomercato. Non si riesce a capire bene quali siano le idee tattiche e la strategia di mercato dell'Inter. Le trattative si susseguono senza alcuna logica. Joao Mario, Tourè, Gabbiadini sembrano nomi quasi scelti a caso.



Non si riesce nemmeno a capire se la nuova proprietà intende investire sul mercato per rafforzare la squadra o se è ancora alle prese con i debiti pregressi della società.

In  questo marasma, in Italia il gap con la Juve si allarga sempre di più e ci vorranno anni prima di colmarlo.

Approfondimenti: la strategia juventina per vincere sempre

La nuova strategia juventina

sabato 16 luglio 2016 | 0 commenti

La Juventus è la squadra più forte d'Italia.

logo juve

Mi direte , bella scoperta, indegna di un incipit di un post. Sì, certo, ma ha una sua ragione.

La Juve è la più forte perché alle spalle ha un potentato come la Fiat. Gli Agnelli sono la famiglia più importante d'Italia da cento anni e hanno agganci di potere e soldi non paragonabili con alcuna altra realtà del nostro paese. Dopo aver attraversato la tempesta di "calciopoli" la Juve ha dovuto riproporsi ad alto livello. Ci sono state delle difficoltà iniziali, ma sono state superate con il massiccio impiego di capitali, ma agevolate dalla concomitante discesa dei competitor.
Infatti contemporaneamente, Berlusconi, invecchiato e alle prese con le sue beghe politiche non ha più investito nel Milan e la stessa Inter che in un primo momento aveva approfittato dell'assenza juventina collezionando vittorie si è indebitata troppo, proprio nel momento in cui le fortune economiche di Moratti entravano in crisi.

calcio

La Roma, piena di debiti, salvata più dalla politica che dalle banche, pur in mano a solide mani americane non ha rappresentato un pericolo, come pure il Napoli del vulcanico De Laurentiis pieno di entusiasmo, ma povero di soldi.

La Juve con i ripetuti accessi in Champions e con la solidità finanziaria, aumentata dallo stadio di proprietà non ha avuto più rivali in Italia e non li avrà per molti anni.

buffon

Malgrado questa manifesta superiorità la Juve non vuole correre rischi e ha adottato una nuova strategia che è quella di rinforzarsi a scapito delle più temibili avversarie.

Pjanic della Roma il primo colpo di mercato. Sottrarre, pagando una clausola nemmeno troppo eccessiva un calciatore di valore a un avversario diretto ha significato, in un colpo solo, indebolire il competitor e rafforzarsi.


soldi juve


La stessa operazione  la dirigenza bianconera la sta tentando nei confronti del Napoli, con il caso Higuain. Acquistare l'Argentino vorrebbe dire avere in squadra un top player in grado di dare alla Juve qualche possibilità in più di vincere la Champions, ma soprattutto indebolire e di molto, l'avversaria più forte della passata stagione.


La strategia ha anche una valenza psicologica che è quella di affermare uno strapotere, quasi arrogante su tutti gli altri.

La Juve ci prova con Higuain, ma anche con Sanchez, Benzema, Falcao e Cavani

giovedì 14 luglio 2016 | 0 commenti

Alla Juve serve un attaccante.

Chi sono le punte forti in giro?

Edinson Cavani
Alexis Sanchez
Gonzalo Higuain
Radamel Falcao
Karim Benzema


Ergo la Juve acquisterà uno di questi giocatori.

Cavani è sotto contratto al PSG, ma è abbastanza pentito di aver accettato la soluzione francese. Troppo poco competitivo il campionato e poi la presenza ingombrante di Ibra e la poca considerazione di Blanc lo avevano incupito. Ora questi due problemi sono risolti, Ibra e Blanc non ci sono più. Cavani vorrebbe partire e la Juve sarebbe destinazione gradita, ma il suo ingaggio è oneroso anche per una società ricca come quella bianconera (Cavani guadagna 9 milioni all'anno). Se il Matador si abbassa l'ingaggio si può fare.


Alexis Sanchez, il Cileno pur non essendo una punta pura è uno dei candidati preferiti da Allegri, sia per la passata esperienza in Italia sia per la duttilità tattica. Clamoroso potrebbe essere Higuain all'Arsenal e Sanchez alla Juve

Gonzalo Higuain. Il Pipita vuole guadagnare molto di più sa che ora è il momento di strappare a 29 anni l'ingaggio più alto dopo una stagione memorabile. L'Arsenal lo vuole, ma è la Juve che si è fatta avanti direttamente rompendo gli indugi. 60 milioni più contropartita tecnica l'offerta. Il Napoli ci pensa.



Radamel Falcao l'attaccante è tornato al Monaco dopo varie peregrinazioni in Europa. Purtroppo il Colombiano non si è mai ripreso completamente dall'infortunio al ginocchio occorsogli un paio di anni fa durante un inutile partita di Coppa di Francia. Potrebbe, però essere una buona soluzioe a basso costo, anche se anche Falcao guadagna tantissimo.

Karim Benzema. Al Real è tornato Morata e Benzema non è amato dalla tifoseria madrilista. Potrebbe essere un affare possibile non solo per la Juve, ma anche per il Napoli se parte Higuain. (leggi: Benzema al Napoli)


Pogba non partirà

lunedì 11 luglio 2016 | 0 commenti

Le offerte per il Francese ci sono, anche se credo che le cifre sparate sui giornali siano abbastanza frutto della fantasia dei cronisti.

Paul Pogba


Alla fine sono convinto che Pogba non partirà.


Perché asserisco ciò?

Per un semplice motivo Pogba non vuole lasciare la Juve, mentre è Raiola che vuole la cessione.

Il Procuratore, ex pizzaiolo, ormai non può più realizzare grossi guadagni attraverso la sua storica miniera d'oro, Ibra, giunto ormai al suo ultimo contratto, a meno di avventure cinesi post Manchester, e può essere sostituito da Pogba.

Il Francese attualmente guadagna 4 milioni di euro alla Juve e sarebbe disponibile a rimanre , magari con un altro adeguamento contrattuale. Raiola, no. Per il procuratore una cessione intorno ai 100 milioni equivarrebbe a una provvigione da favola.

La Juve non ha tutto questo interesse a privarsi del Francese. Il calciatore, infatti è ancora giovane per cui può anche essere ceduto tra qualche anno per cui la mancata "vendita" non si tradurrebbe in un disastro economico (ricordiamo che Pogba è arrivato gratis).
Sportivamente, poi Pogba è ben inserito nell'ambiente condivide gli ideali vincenti della società bianconera ed è quindi quasi indispensabile per cercare di vincere la Champions che è il vero obiettivo che si è posto la dirigenza juventina.

Diciamo, quindi che Pogba resterà alla Juve: si accettano scommesse

Portugal Campeon

| 0 commenti

Ah come sono contento che il Portogallo abbia vinto l'Europeo.


Non ha vinto la squadra più forte, non ha vinto nemmeno il suo campione più affermato, quel Cristiano Ronaldo, palesemente fuori forma e alla fine fatto fuori dalla finale da un intervento carogna del Francese Payet.

portogallo campeon

Eppure il Portogallo ha vinto.

CR7

Come ha fatto?

Mettiamo tutti gli ingredienti.


  • un pizzico di fortuna. Eh sì perchè il Portogallo si è qualificato come migliore terza per differenza reti dopo tre pareggi ed è capitata nella parte del tabellone più abbordabile. Ha vinto con fortuna con la Croazia, i rigori con la Polonia e poi la meritata vittoria col Galles. Anche in finale la Francia, seppur brutta e presuntuosa, meritava qualcosa in più.
  • una buona organizzazione difensiva. Il Portogallo sapeva di non disporre di attaccanti forti, per cui in avanti si è affidato al solo CR7 e ha adottato una tattica difensiva basata soprattutto nel non prendere gol. L'allenatore lusitano è stato bravo a mettere in panchina il talentuoso Andrè Gomes e Vierinha per affidarsi ai muscolari William Carvalho e Andre Silva.
  • Ottimo poi lo spirito del gruppo che ha dimostrato la sua faccia migliore proprio nel momento in cui CR7 si è dovuto arrendere all'infortunio patito in finale. La squadra si è compattata e ha reso al di sopra delle sue possibilità

Incredibile Galles

venerdì 1 luglio 2016 | 0 commenti

Non ci avrei scommesso un euro sulla vittoria del Galles e sono stato clamorosamente smentito.
Bale e compagni, malgrado lo svantaggio hanno vinto con merito sul Belgio.

gALLES


Che dire? Bravi, veramente bravi!

Islanda e Galles meriterebbero la vittoria finale, Le favole e il Leicester di quest'anno ne è un esempio esistono!

Italia Spagna, come finirà?

lunedì 27 giugno 2016 | 0 commenti

Oggi è il giorno di Italia Spagna.

Dopo la vittoria col Belgio, siamo scesi un po' con i piedi per terra dopo la stentata affermazione sulla Svezia di Ibra e la sconfitta, meritata, con l'Irlanda.


Anzi per dirla tutta siamo passati da un'euforia eccessiva , del tipo siamo i più forti del mondo, al più profondo pessimismo tanto da far sembrare Leopardi un beone.
sorpresa

Come andrà a finire?

E chi può dirlo! La chiave di lettura è abbastanza semplice. La Spagna farà la partita, cercherà di segnare un gol e noi ci difenderemo con le unghie e con i denti. Se riusciamo a passare indenni il primo tempo, possiamo sperare nella stanchezza che prenderà gli Iberici, potremo cacciare la testa fuori dalla nostra metà campo e cercare di andare a vincere la partita.

Diversamente, se cioè la Spagna passa in vantaggio, allora assisteremo a una partita tipo quella di ieri tra Ungheria e Belgio. La Spagna avrà a disposizione gli spazi per colpire ancora mentre noi incontreremo terribili difficoltà in attacco.

Dobbiamo sperare, quindi in una prestazione mostruosa di Bonucci e compagni e in un colpo di fortuna che ci consenta di realizzare uno o più gol sfruttando al massimo quelle poche occasioni che gli Spagnoli ci concederanno.

Le parole sono anche troppe. La parola va al campo e vinca il migliore!
 
© Copyright 2010-2011 Calcio FlashNews All Rights Reserved.
Template Design by Herdiansyah Hamzah | Published by Borneo Templates | Powered by Blogger.com.